Rss Feed


  1. Ladies and Gentlemen, o meglio, Mesdames et Messieurs, prendetevi una pausa. E non lo dico tanto pour parler, né perché non so 

    come iniziare, parlo davvero a femminucce e maschietti: abbandonate la poesia esistenzialista, il tomo di economia aziendale, la settimana enigmistica, quella lettura dei Fratelli Karamazov che vi imponete da una vita perché senza averlo letto non vi sentite uomini. Perché Gli ingredienti segreti dell’amore, nonostante inganni con la sua copertina a metà fra un Harmony e Il favoloso mondo di Amélie, sarà il vostro riscatto di fine inverno, persino per voi lettori maschi che vi vergognate a comprare un libro con una copertina romantica con una biondina in rosso di spalle ed un vedo-non vedo di una Tour Eiffel a primavera. Tutte noki di questi tempi vorremmo sentirci un po’ più Aurélie Bredin, giovane cuoca sognatrice, esperta di raffinatezze francesi per cui è famoso il suo Le Temps Des Cerises dalle tovaglie a quadri bianchi e rossi. E tutti a volte vorreste tenervi la barba per avere inconsapevolmente quell’aria da André Chabanais, scrittore esordiente ma non inesperto, impulsivo ai limiti della

    sconsideratezza, il cui sentimentalismo ne giustifica idee azzardate. Il tutto fluttua per le vie di una Parigi che sa poco di metropoli e molto di dipinto. Solo un terzo incomodo inglese dalla dubbia identità potrà convincere i due artisti che le coincidenze forse esistono, al contrario delle loro aspettative romantiche, e che forse quel romanzo, quello che sembrava sintesi dei loro destini e copione di un incontro magico, non è proprio quel complice cupido dalle ali di carta che speravano. O forse si? Che non vi sembri davvero una trama da Harmony, e un libro non vi appaia dozzinale solo perché di successo. E’ vero, forse può risultare lento in qualche punto, forse non trapela dai protagonisti quella simpatia che ci fa affezionare ad essi come vorremmo. Ma dopotutto, se arrivate all’ultima pagina e vi cimentate nel Menu D’Amour ai fornelli, potrete sempre evitare di portarla in pizzeria.

    Chiara Ferrari
    |


  2. 0 commenti:

    Posta un commento

Powered by Blogger.

Popular Posts

Lettori fissi

Blogroll

Blogger templates

Blogger news

Cerca nel blog